Sono tantissimi i quadri che hanno lasciato a bocca aperta milioni di appassionati e giovani artisti di tutto il mondo; tuttavia solo alcuni di essi sono stati ritenuti i più belli e significativi nel mondo dell’arte.

Oggi, come sicuramente avrete già capito dal titolo, andremo a scoprire insieme i 10 quadri nazionali ed internazionali che hanno rivoluzionato la storia dell’arte grazie al loro fascino estetico e simbolico; iniziamo subito!

La nascita di Venere


Al primo posto della classifica abbiamo un’opera tutta italiana, del famoso pittore Alessandro Botticelli che tutti abbiamo sentito nominare almeno una volta nella vita.

La Venere vuole rappresentare la nascita della creatura perfetta proveniente direttamente dal mare, e accolta persino dai grandi Dei dell’Olimpo.

Il mondo dell’arte considera da sempre quest’opera del rinascimento una delle più belle creazioni dell’uomo, attualmente conservata al museo degli Uffizi di Firenze.

La persistenza della memoria, Salvador Dalì


Un’opera surrealista quella di Salvador Dalì, che ha voluto mettere in evidenza come il tempo sia solo una percezione umana senza alcun significato.

Nel dipinto vediamo molti orologi ormai abbandonati in un grande e affascinante paesaggio desertico, dove il tempo sembra non avere più la minima importanza difronte alla bellezza della natura.

Il bacio, Gustav Klimt


Una delle opere più romantiche di tutti i tempi, in cui Gustav Klimt attraverso pochi colori riesce a esprimere il fascino rapende dell’amore. Nel quadro non troviamo alcun dettaglio paesaggistico, solo due innamorati circondati da una forte aura luminosa, che si abbandonano ad un bacio eterno incuranti di ciò che li circonda.

L’urlo, Edvard Munch


In questa classifica non poteva sicuramente mancare l’urlo di Edvard Munch, un quadro contraddittorio e terrificante allo stesso tempo. In un paesaggio tranquillo, composto da colori caldi e confortevoli, una persona viene colta da un improvviso terrore, così grande che non può essere liberato. Dolore e paura che non possono essere scacciati, se non tramite un urlo interiore, senza voce.

Guernica, Pablo Picasso


L’orrore della guerra messo su una tela, così potremmo definire Guernica di Pablo Picasso. In uno scenario confusionario e traumatizzante, figure femminili e maschili sono imprigionate nell’orrore e nella disperazione. Al centro una piccola lampada dalla luce fioca, che simboleggia la speranza della rinascita.

L’ultima cena, Leonardo da Vinci


Un dipinto che ha fatto la storia del mondo religioso, e che tutt’oggi viene ammirato da moltissimi fedeli, l’ultima cena di Leonardo da Vinci.

Il dipinto rappresenta l’esatto momento in cui Gesù di Nazareth annuncia il tradimento dei suoi fedeli, suscitando grande scalpore, ma anche molta rabbia, tra i presenti.

Gioconda, Leonardo da Vinci


Non potevamo certo dimenticarci della Gioconda di Leonardo da Vinci, attualmente custodita al Louvre in francia. Un quadro all’apparenza molto semplice e banale, ma che dietro di se cela ancora molto misteri ed enigmi irrisolti.

Leave a Reply